La regina Rania della Giordania a Firenze per accettare il premio umanitario Andrea Bocelli

Pubblicato il 12 settembre ’16

الملكة رانيا تتسلم جائزة آندريا بوتشيللي الإنسانية في فلورنسا

Come riconoscimento dei suoi sforzi in ambiti umanitari, la difesa dei diritti dei bambini, la promozione della pace e il rispetto tra i popoli, e il contrasto della violenza e l’estremismo, sua maestà la regina Rania al-Abdullah ha accettato il premio umanitario Andrea Bocelli che le è stato consegnato in Italia. Continua a leggere

Annunci

UE: l’unione della Turchia all’Europa è un sogno che non si realizzerà

Secondo responsabili europei il sogno turco di entrare nell’unione europea è finito, è finito dopo le retate successive al colpo di stato, è finito con la violenza e gli abusi compiuti dall’esecutivo di Erdogan nei confronti dei giudici, i militari e i le forze dell’ordine. Continua a leggere

Ban a Gaza: continuare con l’assedio aumenta le probabilità di atti ostili

Durante la sua visita alla striscia di Gaza ieri, il segretario generale delle nazioni unite Ban Ki Moon, ha detto che continuare l’assedio imposto sulla striscia di Gaza aumenta le chance che accadano “operazioni ostili” tra i due lati, israeliano e palestinese. E ha aggiunto che “l’assedio soffoca Gaza, stiamo parlando di umiliazione, assedio e occupazione, questa situazione è insostenibile…la protrazione di questo assedio significa una escalation di nuovi atti ostili tra palestinesi e israeliani”.Nel discorso che ha tenuto nella scuola elementare per rifugiati di Al Zaytoun, ha rivelato che vede questo assedio imposto da Israele sulla striscia da anni come una “punizione di gruppo”. Continua a leggere

ONU: La decisione di cancellare l’Arabia Saudita dalla lista nera non è finale

Fonte: Al Mayadeen

Il portavoce del segretario generale delle nazioni unite ha dichiarato che la decisione di cancellare l’Arabia Saudita dalla lista nera non è finale, e che l’ONU sta aspettando di ricevere informazioni dal Riyadh; mentre il rappresentante permanente della Russia commenta quanto sia importante che le nazioni unite prendano posizioni “più indipendenti” nella redazione delle loro relazioni. Continua a leggere