L’Esercito Democratico Siriano minaccia le forze del regime di rispondere al fuoco

-الرسمي-باسم-قوات-سوريا-الديمقراطية-العقيد-طلال-علي-سلو-ARA-News.jpg

Il brigadiere Talal Ali Selu, portavoce dell’esercito democratico siriano

L’esercito democratico siriano ha minacciato oggi, lunedì 19 giugno, di vendicarsi per gli attacchi subiti per mano delle forze del regime nelle campagne di Ar Raqqah.

Il brigadiere Talal Selu, portavoce dell’esercito democratico siriano, ha indicato oggi in una comunicazione che gli attacchi del regime siano giunti dopo “una prova di resistenza eroica mostrata dai nostri militari e i loro alleati contro il terrorismo nell’ambito dell’operazione ‘furia dell’Eufrate’, che mira alla liberazione della città di Ar Raqqah. Gli attacchi del regime sono arrivati dopo che abbiamo lanciato un assalto massiccio contro la presunta capitale del terrorismo”.

Ha illustrato inoltre che “dopo aver compiuto grandi progressi e aver liberato diverse zone della città l’esercito del regime -impiegando impiegando aerei, artiglieria, e mezzi corazzati- ha iniziato il giorno 17 giugno a sferrare attacchi di larga scala sulle zone che i nostri eroici militari hanno liberato durante le guerre per la liberazione delle città di Al Tabaqa e la diga dell’Eufrate tre mesi fa”.

Il brigadier Selu considera che “l’obiettivo degli attacchi ripetuti del regime contro il nostro esercito è di sabotare l’operazione di liberazione di Ar Raqqah”, e conferma che “la continuazione di tali attacchi ci obbligherà a rispondere al fuoco per difenderci”.

La coalizione internazionale ha abbattuto la scorsa notte un aereo del regime nelle campagne a ovest di Ar Raqqah, e in seguito ha colpito gli l’esercito di Al Assad presente nella zona con colpi di artiglieria.

L’alleanza ha comunicato: “dei caccia americani hanno colpito un aereo SU 22 del regime siriano nella zona di Al Tabaqa, perché questo aveva colpito l’esercito democratico siriano”. “Gruppi fedeli al regime hanno inoltre attaccato il villaggio di Jiddin a sud di Al Tabaqa, zona controllata dall’esercito democratico, causando un grande numero di feriti tra i suoi ranghi”.

Il comunicato concludeva con “le forze della coalizione internazionale hanno respinto l’attacco e non permetteranno a nessuno di aggredire chiunque sia coinvolto nella lotta contro l’IS”. In tutti i casi l’alleanza internazionale ha comunicato l’accaduto alla Russia.

19/6/2017

Fonte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...