La Mezzaluna Rossa: 3200 panieri alimentari per i rifugiati palestinesi in Libano

Fonte: Al Watan 11/6/2016 Traduzione di Antonino

palestinesi

L’organizzazione della Mezzaluna Rossa del Kuwait ha annunciato ieri (sabato) la distribuzione di aiuti alimentari per i rifugiati palestinesi in libano in occasione del mese sacro del Ramadan.

L’inviato dell’organizzazione in Libano, il dottor Musa’d Al ‘Anzi, ha detto che gli aiuti  comprendono 3200 panieri alimentari e mirano a dar sollievo alle difficili situazioni di vita affrontate dai fratelli palestinesi anche nel mese sacro del Ramadan.

Egli ha aggiunto che gli aiuti alimentari sono stati offerti ai rifugiati palestinesi nei campi della città di Tiro nel sud del Libano oltre che ai residenti dei campi nella zona del nord in coordinazione con le ambasciate kuwaitiana e palestinese in Libano e in cooperazione con la Croce Rossa libanese.

Al ‘Anzi ha confermato l’attenzione dell’organizzazione della Mezzaluna Rossa verso l’invio di aiuti umanitari per tutti coloro che ne hanno bisogno e contribuire a dare sollievo alle loro sofferenze.

L’ambasciatore palestinese in Libano Ashraf Dabur in una dichiarazione ha espresso la sua gratitudine verso il Kuwai, verso la sua leadership, verso il suo governo e verso il suo popolo per le “buone” iniziative nei confronti dei palestinesi derivate dalla fratellanza e dalla profondità delle radicate relazioni.

Egli ha poi indicato l’importanza di questi aiuti a sostegno delle bisognose famiglie palestinesi nei campi che si trovano in Libano e che soffrono di condizioni di vita difficili; Dabur ha espresso la speranza verso la continuazione di questi aiuti che contribuiscono a rinforzare le condizioni umanitarie dei rifugiati.

Il capo delle commissioni popolari nell’area (Tiro), il dottor Khalil Naser ha lodato il ruolo umanitario svolto dal Kuwait e dal suo popolo nello stendere una mano di aiuto ai palestinesi in Libano.

Naser ha poi confermato che gli aiuti forniti dalla Mezzaluna rossa del Kuwait sono arrivati al momento giusto alla luce delle difficili condizioni nelle quali vivono i rifugiati palestinesi in Libano soprattutto dopo la diminuzione dei servizi dell’Agenzia delle Nazioni Unite per il Soccorso e l’Occupazione (UNRWA).

Ha detto poi che “I palestinesi oggi hanno bisogno di tanti aiuti alla luce della difficoltà nel trovare lavoro in Libano che ha portato all’aumento del tasso di disoccupazione nei campi fino a livelli record e ad un grande aumento del tasso di povertà”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...